Patente nautica in Slovenia, allarme della Confarca: “La truffa sul web”

(AGENPARL) – mar 09 luglio 2019 “La truffa corre sul web”
Con l’estate tornano a popolare il web gli annunci di corsi per la patente nautica all’estero. La Slovenia è una delle mete più ambite da chi vorrebbe conseguire il documento per il diporto in maniera facile e veloce, dimenticando però che tale certificato è da considerarsi nullo, visto che “per condurre una unità italiana c’è bisogno della patente italiana, e con le patenti  estere non c’è accordo di reciprocità”. A sottolinearlo è Adolfo D’Angelo, segretario nazionale della sezione nautica della Confarca (confederazione che rappresenta, tra l’altro, le scuole nautiche italiane). A far puntare la lente d’ingrandimento della confederazione, è un articolo che in questi giorni sta circolando su Internet, che promette il conseguimento della patente in pochi giorni, poiché in Slovenia esisterebbe la possibilità di conseguire “una patente nautica unica che equivale alla patente senza alcun limite dalla costa italiana.”
“Nulla di più falso – fa notare D’Angelo – C’è il rischio di essere truffati e di ritrovarsi con un titolo che in Italia non ha alcun valore, ecco perché invitiamo tutti gli aspiranti diportisti italiani ad aprire bene gli occhi e a non cadere nella trappola che gira in Rete”.
“Purtroppo questo fenomeno è stato più volte da noi denunciato – conclude D’Angelo – ma a quanto pare ci sono ancora creduloni che ci cascano. Vi invitiamo a recarvi presso le scuole nautiche e le agenzie autorizzate presenti sul nostro territorio nazionale per saperne di più ed evitare una fregatura”.